Piante ornamentali

Coltivare il caprifoglio corallino (Guida alla coltivazione)

Il caprifoglio corallino è una pianta resistente che può essere coltivata ovunque dalla zona 4 alla 11 ed è versatile nei suoi usi. Cresce come una vite, quindi può essere addestrato ad arrampicarsi su tralicci e recinzioni. In assenza di questi, può essere coltivata come un arbusto o anche come copertura del terreno con potature regolari.

I fiori sono di un rosso brillante e di varietà gialle, e ha una bella corteccia cartacea.

Poiché il caprifoglio corallino non è troppo esigente riguardo al terreno, all’esposizione al sole o ai livelli d’acqua, è una pianta facile da coltivare nella maggior parte delle condizioni. Può essere coltivato da talee, dando alla tua nuova pianta un vantaggio sulla stagione di crescita.

Requisiti di luce e temperatura

Le differenze di temperatura tra le zone 4 e 11 sono grandi, e queste temperature sono tutte tollerate da questa pianta. È altamente tollerante al calore e può sopportare praticamente tutte le temperature presenti negli Stati Uniti continentali e anche parti del Canada. Preferisce anche il pieno sole, fiorendo al meglio in questa configurazione, ma tollera anche l’ombra parziale.

Finché la pianta ha accesso al sole, anche se non è sempre diretto, crescerà e fiorirà.

Acqua

Il caprifoglio corallino è considerato una pianta tollerante alla siccità. Può attraversare periodi di magra e continuare a crescere e prosperare. Può essere annaffiato regolarmente o meno nella maggior parte dei climi. Ma come molte piante, si preferisce annaffiare frequentemente per mantenerlo sano.

Dovrebbe essere annaffiata regolarmente quando la pianta è giovane e/o sta cercando di affermarsi.

Fa meglio quando riceve circa 1 pollice di pioggia ogni settimana o l’equivalente delle annaffiature. A meno che non viviate in una regione soggetta alla siccità, la pioggia occasionale è probabilmente sufficiente per mantenere la pianta stabilita.

Terreno

Il caprifoglio corallino ama il terreno che è leggermente acido, quindi la concimazione occasionale con una miscela acida può essere utile per mantenere steli e fioriture forti.

Gli piace che il terreno sia ben drenato, e i terreni sabbiosi tendono ad avere il miglior drenaggio per lui. Mescolare un po’ di sabbia nel terreno può aiutare a mantenerla più felice.

Un buon pacciame organico può essere usato per mantenere più umidità nel terreno e anche per tenerlo più caldo durante i mesi più freddi. Il pacciame impedirà anche alle erbacce di spuntare intorno al caprifoglio.

Addestrare le viti

Ogni stelo può crescere fino a 25 piedi, quindi potrebbe aver bisogno di una potatura, a seconda dell’uso che si fa della pianta. È un’ottima pianta per arrampicarsi su un traliccio o un gazebo con le sue lunghe viti dalla fioritura brillante.

Per iniziare ad arrampicarsi, le nuove, giovani viti devono essere fisicamente posizionate sull’oggetto da scalare una volta che sono abbastanza lunghe per iniziare ad arrampicarsi. Questo probabilmente dovrà essere ripetuto con ogni rampicante fino a quando non sarà abbastanza forte da afferrare l’oggetto e tenersi su. In alternativa, si può legare la vite all’oggetto con una corda sciolta per tenerla lì abbastanza a lungo da ottenere una buona presa.

Bassa manutenzione

Questa è una pianta che in gran parte ama essere lasciata in pace. Non ha parassiti specifici che la perseguitano, quindi non avrà bisogno di insetticidi. Il massimo di cui ha bisogno in termini di cura è la potatura se volete viti più corte e la rimozione delle erbacce quando la pianta è giovane e si sta affermando.

Menu