Piante ornamentali

Come coltivare il salice del deserto (guida alla coltivazione)

Simile al comunemente noto Salice piangente, il Salice del deserto – o Chilopsis linearis – è una pianta arbustiva con rami cadenti e fiori delicati. Tuttavia, è un membro della famiglia delle Bignoniacee, altrimenti note come Bignonie. La pianta è solo una delle 800 specie della famiglia, ma condivide la stessa caratteristica del fiore a tromba.

La pianta deve il suo nome alla sua resistenza in climi rigidi. Il Desert Blossom può sopportare il caldo secco della California, del Texas, dell’Arizona e del New Mexico, dove si trova più comunemente, e temperature di 15 gradi Fahrenheit.

Quando fiorisce dalla tarda primavera all’inizio dell’autunno, i fiori rosa pallido, bianco o viola sbocciano con un profumo fragrante e un nettare dolce che attira sia le farfalle che i colibrì.

Nonostante la sua resistenza, il salice del deserto può trarre beneficio e prosperare con alcuni consigli di cura informativi.

Salice del deserto

Nome botanico: Chilopsis linearis
Nome(i) comune(i): Salice del deserto, Flor De Mimbre
Tipo di pianta: Arbusto
Dimensione matura: 10 – 30 ft
Esposizione al sole: Pieno sole
Fabbisogno d’acqua: Basso
Tipo di suolo: calcareo, sabbioso o granito decomposto
pH del suolo: 6.0-9.0
Tempo di fioritura: Primavera, estate e inizio autunno
Manutenzione: Basso
Colore dei fiori: Rosa, bianco o con sfumature di viola
Zone di resistenza: 5b-9
Tossicità: Non tossico

Cura del salice del deserto

Il salice del deserto è una pianta ragionevolmente facile da curare quando si tratta di cure di base. Non richiede troppa acqua, ama il sole e ha bisogno di cure solo nella bassa stagione. Tuttavia, per garantire che il vostro salice del deserto riceva le migliori cure per prosperare e sopravvivere in climi rigidi, sarebbe meglio capire più a fondo i fondamenti della cura.

Salice del deserto-1

Luce

Il Desert Will ha bisogno di molto sole per crescere e prosperare. Pertanto, è meglio piantare la piantina in una zona del vostro giardino o del paesaggio desiderato che riceva pieno sole per almeno la maggior parte della giornata. L’amore di questa pianta per i climi caldi e secchi la porta a prediligere il pieno sole.

Acqua

Come suggerisce il nome, il salice del deserto prospera spesso nei climi caldi e secchi degli Stati Uniti occidentali. Come tale, non ha bisogno di annaffiature frequenti per mantenersi nutrito. Al contrario, il salice del deserto può sopportare lunghi periodi senza alcuna acqua.

Si può annaffiare un po’ di tanto in tanto, ma dato che la pianta non è abituata alla pioggia, sarebbe meglio aspettare, a meno che non si veda che ha visibilmente bisogno di bere. Prima di annaffiare nuovamente la pianta, lascia asciugare completamente il terreno per favorire una fioritura più abbondante nel corso della stagione.

Potete anche evitare di ricordare quando innaffiare il salice del deserto se lo piantate vicino a una fonte d’acqua naturale, perché può sopravvivere grazie all’acqua sotterranea per la maggior parte del tempo.

Deserto-Villaggio-2

Temperatura e umidità

Il salice del deserto è originario dei climi secchi perché non ha bisogno di tonnellate d’acqua per sopravvivere. Tuttavia, l’arbusto può crescere anche in climi umidi, come la Florida settentrionale. Piantare l’arbusto in un ambiente umido non danneggia la pianta, purché la zona non riceva piogge abbondanti.

Nelle zone con piogge frequenti, il salice del deserto può soccombere all’eccesso d’acqua e annegare nel terreno troppo saturo. Per questo motivo, il salice del deserto dà il meglio nei climi secchi, sia caldi che freddi.

Terreno

Ancora una volta, poiché il salice del deserto è originario delle zone occidentali degli Stati Uniti con climi secchi, la pianta non ha bisogno di un terreno umido e ricco di sostanze organiche per crescere. Al contrario, la pianta preferisce un terreno sabbioso, calcareo o granito decomposto.

Tuttavia, si consiglia di mantenere il terreno umido per dare alla pianta un po’ di umidità. La pianta sta bene anche in aree boscose vicino a corpi d’acqua, come ruscelli, torrenti, rive di fiumi, lavaggi o fossati dove può acquisire acqua a suo piacimento.

Decapitazione e potatura

Dato che i salici del deserto possono raggiungere anche i 20 piedi, di tanto in tanto è meglio potarli. Tuttavia, non vorrete potare la pianta fino a fine inverno o inizio primavera, prima della fioritura. Puoi tagliare la pianta come meglio credi, ma dovresti completare tutti i tagli con un angolo di 45 gradi e iniziare dai rami più bassi piuttosto che dalla chioma per mantenere la forma a salice.

Deserto-Willow-3

Propagazione

Se amate il vostro salice del deserto e ne volete altri per aggiungere colore al vostro paesaggio, potete facilmente propagare la pianta per talea o seminando i semi. Se si sceglie di tagliare il salice del deserto, è sufficiente far radicare i pezzi in un terreno ben drenato.

Tuttavia, se si sceglie di usare i semi della pianta per ricominciare, si consiglia di piantare i semi singolarmente in vasi in una zona calda. Tieni i semi nei vasi fino alla prossima stagione di fioritura. Poi, puoi trapiantarli nel tuo giardino per farli crescere.

Menu