Piante da appartamento

Come tagliare correttamente una pianta di Aloe Vera

Coltivare una pianta di aloe vera è un processo gratificante perché può maturare fino a raggiungere grandi dimensioni, produrre un gel che è lenitivo per la pelle e richiedere pochissima manutenzione per la gestione. Tuttavia, arriva un momento in cui è necessario tagliare la pianta, sia per rimuovere il gel dalla foglia che per tagliare le foglie in eccesso.

Se fatto in modo improprio, c’è una buona possibilità che tu possa uccidere la pianta e dover ricominciare da capo con una nuova.

Fortunatamente, tagliare una pianta di aloe vera non è difficile se comprendi appieno i passi che seguono. Ognuno di questi passi è stato attentamente studiato ed è fondamentale per tagliare correttamente la tua pianta senza problemi. Assicurati di parlare con qualsiasi esperto di giardinaggio vicino a te per ottenere più aiuto con questo processo. Abbiamo anche incluso un passo bonus su come spremere le foglie tagliate per ottenere il gel di aloe vera.

Primo passo: identificare le foglie mature

Quando tagliate la vostra pianta di aloe vera, è essenziale ricordare che queste piante crescono più lentamente di molte altre piante e non si riprendono così rapidamente dopo essere state tagliate. Troppe persone tagliano le foglie indiscriminatamente e non si rendono conto del danno che stanno facendo alla loro pianta.

Alcune persone possono addirittura uccidere la loro pianta tagliandola in modo improprio. Di conseguenza, devi prestare attenzione alla maturità delle foglie. Per valutare questo fattore è necessario:

  • trovare le foglie più esterne sul lato della pianta
  • Sentire la densità della foglia per valutare la sua salute generale
  • Individuare le foglie più grandi e più larghe della pianta
  • Scegliere solo le foglie più grandi e più dense

Una volta che hai identificato le foglie più mature, puoi iniziare a pianificare come vuoi tagliarle. Dovresti tagliare la foglia solo se ti senti a tuo agio nell’usare un paio di forbici seghettate o un coltello con i bordi seghettati, poiché queste lame forniscono la migliore potenza di taglio per le tue esigenze generali di potatura.

Prima di effettuare qualsiasi taglio, assicurati di mettere accuratamente dell’alcool sulla lama per sterilizzarla. Ricorda che la tua pianta di aloe vera è una creatura vivente. E se non sterilizzi accuratamente i tuoi attrezzi da taglio, potresti esporla a batteri e altre infezioni che potrebbero ucciderla rapidamente.

Secondo passo: tagliare le foglie evidentemente danneggiate

Prima di iniziare a tagliare le foglie sane della tua pianta di aloe vera, dovresti prima identificare le foglie danneggiate che dovrebbero essere rimosse. Queste foglie sono di solito relativamente facili da identificare perché avranno un aspetto, una sensazione e una consistenza diversa dalle foglie sane di aloe vera. Solo alcuni sintomi e segni che la foglia della tua pianta di aloe vera sta soffrendo e dovrebbe essere rimossa includono:

  • Un colore marrone che si intensifica con il tempo
  • Una consistenza fragile che si rompe nelle mani
  • Un aspetto cadente che peggiora con il tempo
  • I parassiti attaccano la foglia più delle altre sulla tua pianta
  • Un odore di marciume sulla foglia

Le ragioni di queste foglie danneggiate o morenti possono variare. Spesso, si danneggiano a causa di un’irrigazione insufficiente o dell’invasione di parassiti. Su alcune piante, in particolare l’aloe vera, le foglie possono danneggiarsi a causa di un’alta concentrazione di escrescenze. Questo cedimento si verifica perché la pianta potrebbe non ricevere abbastanza acqua per nutrire le sue foglie.

In ogni caso, puoi tagliare le foglie in modo ragionevolmente rapido prendendo le tue forbici seghettate o il tuo coltello e tagliando verso la base della foglia. La rimozione di questa foglia morta permette ad un’altra e più forte di prendere il suo posto, aumentando la salute della tua pianta di aloe vera e rendendola più robusta per gli anni a venire.

Passo 3: Tagliare le foglie più sane

Dopo aver eliminato con cura tutte le foglie morte dalla tua pianta di aloe vera, puoi passare a quelle sane. Ricorda – taglierai solo le foglie mature sui bordi esterni della pianta. Queste sono le foglie più grandi e più vecchie e saranno ricche di gel di aloe vera e si riprenderanno più facilmente dopo essere state tagliate. Quando tagli le foglie sane, devi:

  • posizionare il coltello o le forbici il più vicino possibile alla base della foglia
  • Tagliare con attenzione la parte finale della foglia con azioni lente e precise
  • Se le foglie sono troppo spesse, passa ad un utensile da taglio più potente
  • Tagliare via eventuali filamenti in eccesso dalla base della foglia
  • Raccogliere le foglie per utilizzarle successivamente

Una volta che hai finito di tagliare le foglie in questo modo, la tua pianta dovrebbe essere più sana e più facile da controllare. Questo perché queste foglie in più potrebbero aver prodotto dei “cuccioli” sulla tua pianta che le hanno permesso di espandersi oltre le sue dimensioni standard e diventare troppo compatta e difficile da controllare nelle dimensioni.

Passo 4: Spremere le foglie

Questo passo è necessario solo se hai intenzione di utilizzare il gel di aloe vera per scopi topici. Alcune persone vogliono semplicemente tagliare la loro pianta per assicurarsi che cresca correttamente e rimanga forte. Tuttavia, la maggior parte delle persone che tagliano la loro aloe vera vogliono ottenere il gel. Può fornire una varietà di vari benefici, tra cui il sollievo dal dolore e il controllo dell’infiammazione. In genere, questo processo richiede di:

  • Indossare un paio di guanti di gomma prima di iniziare
  • Posizionare una ciotola sotto il punto in cui si intende lavorare
  • Stringi la foglia con entrambe le mani per spingere fuori il gel
  • Strofina il gel dalle mani guantate nella ciotola
  • Ripeti il processo con ogni foglia per ottenere il gel

La quantità di gel che si ottiene con questo processo varia a seconda di quante foglie si spremono. In genere puoi ottenere abbastanza per conservarlo per un breve periodo e strofinarlo sulle zone infiammate o doloranti della pelle con facilità. Assicurati di usare un piccolo pennello o un altro strumento simile per spargerlo.

Menu