Piante da appartamento

Piante di giada – Consigli su come coltivare e curare le piante di giada

Quando ero bambino, ero affascinato dalla pianta di giada (Crassula ovata) di mia nonna. L’aveva messa vicino a una finestra in cima ai gradini del secondo piano. Era una grande pianta. Si stendeva maestosamente sopra il vaso sul supporto di mogano. Amavo la forma delle foglie, così rotonde e piene. Il bel verde luccicava alla luce del sole.

Quando andai all’università, mia nonna mi regalò la mia pianta di giada. Ero un’adolescente. La povera pianta durò solo un semestre. Un decennio dopo, quando mia nonna è morta, mia madre mi ha offerto la sua bella pianta di giada. È stata una parte preziosa della mia casa per un decennio ormai.

Ho imparato a far nascere una nuova pianta di giada da talee per poterla condividere con i miei cugini. Ho dato loro le piante con tutte le istruzioni per la cura. Ho dettagliato i requisiti specifici di acqua, sole e temperatura in modo che la pianta della nonna potesse vivere per un’altra generazione. Ho messo insieme questa guida dai miei appunti. Vi aiuterà a far durare la vostra pianta di giada per tutta la vita.

Avviare una nuova pianta di giada

Taglia un ramo di 3-4 pollici (circa 7,5 – 10 cm) con diversi gruppi di foglie e circa 1 pollice di stelo. Mettilo in un tovagliolo di carta piegato in un luogo caldo dove non sarà disturbato. Ha bisogno di asciugarsi. Sarà pronto a radicare quando vedrai formarsi un callo nella parte inferiore. A questo punto, è pronto per immergerlo nella polvere radicante e metterlo in un vaso di terra fresca. Il terreno dovrebbe essere una miscela 50/50 di perlite e terra. Innaffia la nuova pianta con parsimonia mantenendo il terriccio umido ma non bagnato fino a quando la pianta non ha messo radici. Questo richiederà alcune settimane, e sì, va bene sbirciare, basta fare attenzione a tirarla fuori e rimetterla nel terreno. Raccomando di iniziare con un vaso piccolo e di rinvasare man mano che la pianta cresce. Le giade possono sopportare di avere un po’ di radici nei loro vasi.

Acqua

Le giade devono essere annaffiate regolarmente, ma devono essere lasciate asciugare tra un’annaffiatura e l’altra. Non devono essere annaffiate troppo e poi lasciate asciugare a lungo. Ho fatto questo errore. Sono piante facili da mantenere e dureranno tutta la vita, ma la coerenza è ancora la chiave. È importante non bagnare le foglie quando si annaffia. Diventeranno marroni se lo fate. Un trucco che ho imparato è quello di innaffiare la pianta dal basso riempiendo il sottovaso. Dopo poco tempo, controllo di nuovo e rimuovo l’acqua che rimane.

Luce del sole

Una finestra esposta a sud è la posizione ideale per una pianta di giada. Hanno bisogno di almeno 4 ore di luce solare al giorno.

Temperatura

Gli ideali vanno da 65-75 F (17-24 C) e amano le temperature serali più fresche, ma 55 F (15 C) è il massimo del freddo per le piante di giada. Allontanatele dalle finestre con correnti d’aria in inverno.

Problemi comuni e soluzioni

Perdita di foglie o macchie nere/marroni: Queste mostrano che la pianta ha bisogno di più acqua. La sovra-irrigazione è un pericolo, ma lo è anche la sotto-irrigazione.

Macchie bianche: Queste possono verificarsi quando si annaffia con una soluzione salina. È sempre una buona idea sciacquare il vaso e far scorrere l’acqua nel rubinetto prima di riempirlo se non si può usare acqua filtrata. Le macchie bianche sulla superficie delle foglie possono essere pulite delicatamente con un panno umido e le foglie torneranno alla loro bella tonalità verde.

L’oidio: Questo problema si verifica quando si verifica una combinazione di cose come bassa luce, temperature più basse, troppa umidità o scarsa circolazione dell’aria. Mettere un ventilatore nella stanza con la pianta può aiutare la circolazione e ridurre l’irrigazione può aiutare a migliorare le condizioni. Per trattare la muffa stessa, pizzicate le foglie più colpite. Puoi fare una soluzione di ⅓ bicarbonato di sodio ⅓ acqua e ⅓ aceto bianco e spruzzarla sulle foglie – ma non bagnarle troppo. Puoi anche strofinare delicatamente le foglie con la soluzione. Se le foglie non si asciugano entro poche ore, asciugale con un panno morbido.

Cimici e cocciniglie: Si tratta di macchie bianche che, se si guarda da vicino, sono in realtà in movimento. Per affrontare questa condizione, separate la pianta da tutte le altre. La condizione si diffonde rapidamente. Spesso arriva con una nuova pianta. Fate una soluzione di 3 parti d’acqua e 7 parti di alcol e tamponate le foglie con la soluzione. Lasciatelo per una settimana o due e se la condizione rimane, ripetete il trattamento. Considera di trattare tutte le piante che erano vicine alla pianta di giada perché anche loro potrebbero sviluppare la condizione.

Acari del ragno: se trovate delle strisce bianche sulle foglie e sul fusto, la pianta ha gli acari del ragno. Ci sono due opzioni per trattare la pianta. La più semplice è quella di mescolare alcol e acqua. La miscela dovrebbe essere solo l’1% di alcol. Potete lavare delicatamente le foglie e gli steli con un panno immerso nella soluzione o usare un batuffolo di cotone. L’altra opzione è quella di utilizzare un sapone da orticoltura progettato per le piante grasse e seguire le indicazioni.

Informazioni supplementari:

Nutrire le piante con fertilizzante liquido 3 o 4 volte all’anno. Io nutro le mie piante all’inizio di ogni nuova stagione, è il modo più facile per me di ricordarlo.

Le piante di giada vanno in dormienza in inverno, quando c’è meno luce. Durante l’inverno è essenziale dare alla pianta meno acqua.

Se vi prendete cura di queste bellissime piante in modo corretto, sarete in grado di trasmetterle anche ai vostri nipoti.

Menu