Piante da appartamento

Pianta di ciclamino: Come coltivare e curare le piante di ciclamino

La pianta del ciclamino è un tubolare che è originario delle isole greche della Turchia e di alcune parti d’Europa. Possono anche essere chiamati viola persiana. Queste piante sono amate per i loro fiori pastello di lunga durata e il loro bel fogliame verde scuro a forma di cuore. Ci sono 23 specie diverse di ciclamini, e fanno parte della famiglia delle Primulaceae.

Mentre possono essere coltivati all’esterno nelle zone 7 e superiori, i ciclamini sono spesso usati come piante da appartamento in tutto il mondo. Se stai pensando di prendere una pianta di ciclamino, ecco alcuni consigli per mantenere la tua pianta sana e rigogliosa.

Come coltivare e curare le piante di ciclamino

La maggior parte delle piante di ciclamino che sono amate al giorno d’oggi sono ibridi degli originali che venivano coltivati già nel 1735. Mentre i coltivatori di allora dovevano curare attentamente le loro piante fino a cinque anni nella speranza di ottenere fioriture per due mesi, oggi sono molto più facili da coltivare.

Terreno

Le piante di ciclamino tollerano una varietà di terreni, purché siano ben drenati. Preferiscono un terreno leggermente acido. Se non sei sicuro dei livelli di pH del tuo terreno, inizia con un kit di analisi del terreno. Se hai bisogno di aumentare il livello di acidità per i ciclamini prima di piantarli all’esterno, mescola un po’ di materia organica nel terreno.

Se state coltivando la pianta di ciclamino in casa, allora avete anche bisogno di un terreno acido. Un ottimo modo per farlo è aggiungere della torba di sfagno al terreno. Quando metti la pianta in vaso, riempi il fondo con il normale terriccio, ma poi mescola la torba di sfagno nei primi due o tre pollici di terra.

Requisiti di luce

Se coltivi le piante di ciclamino all’aperto, tienile in un luogo ombreggiato. È meglio tenerli nei loro vasi in uno spazio dove non riceveranno il sole diretto.

Una finestra a nord è l’ideale per la tua pianta di ciclamino. Il vaso dovrebbe ricevere un po’ di sole indiretto. Evita di metterli in una finestra dove la temperatura è troppo alta.

Requisiti di temperatura e umidità

La tua pianta di ciclamino deve essere mantenuta al di sopra dei 50 gradi, sia che tu la coltivi all’interno o all’esterno. Inoltre non amano le temperature superiori ai 68 gradi.

Mantenere il giusto livello di umidità è essenziale se vuoi che la pianta di ciclamino fiorisca. Questo è particolarmente cruciale quando i livelli di umidità spesso calano con il riscaldamento invernale. Potreste voler far funzionare un umidificatore vicino alla vostra pianta o coltivarla in una serra in miniatura per assicurarvi che ci sia abbastanza umidità nell’aria. In alternativa, tieni un monitor per l’umidità interna vicino alla pianta, che ti aiuta a ricordarti di controllare spesso il livello di umidità della pianta.

Annaffiare

Alle piante di ciclamino non piace essere troppo bagnate o troppo secche. Se tendi a innaffiare troppo le tue piante, considera l’idea di usare un terriccio per violette africane, perché drena meglio del terriccio normale.

Sia che coltiviate la pianta all’interno o all’esterno in un vaso, è fondamentale che la pianta non rimanga in acqua. Può far marcire i tubi della pianta, finendo per ucciderla. Per le piante all’esterno, gira il vaso su un lato se è prevista pioggia.

L’eccesso d’acqua può uccidere le piante di ciclamino, quindi un ottimo consiglio sarebbe quello di coltivare la vostra pianta in un vaso auto-irrigante. Riempi il fondo del vaso con acqua. Poi, metteteci dentro la pianta. Il vaso che contiene la pianta si inzupperà d’acqua a seconda delle necessità. In alternativa, puoi usare un misuratore di umidità del terreno per sapere quando è il momento perfetto per innaffiare la tua pianta.

Se le tue piante sono spesso sott’acqua, considera di coltivarle in una miscela di muschio di torba o vermiculite. Questi mezzi trattengono l’acqua meglio di altre alternative.

Anche a questa pianta non piace bagnare le foglie o i fiori. Pertanto, è necessario annaffiarla dal basso. Riempi un vassoio per piante, poi metti il vaso nell’acqua per qualche minuto. Poi, lascia asciugare il terreno prima di annaffiare di nuovo.

Fertilizzante

La maggior parte delle piante di ciclamino ha bisogno di un fertilizzante molto debole 20-20-20 o 10-10-10. Tieni d’occhio le foglie, e se hanno un colore giallo, allora la tua pianta ha bisogno di più ferro. Una volta che la pianta va in dormienza, di solito in aprile, allora non c’è bisogno di fertilizzare la pianta di nuovo.

Quando notate la comparsa dei primi boccioli sulla vostra pianta, allora datele una dose di fertilizzante ad alto contenuto di fosforo per incoraggiare la fioritura e per aiutare i fiori a rimanere più a lungo.

Rinvasare

Se vuoi rinvasare le tue piante di ciclamino, scegli un vaso che non sia più grande di un pollice rispetto a quello in cui si trovano. Il momento migliore per rinvasarle è quando sono dormienti. Questo di solito avviene tra aprile e novembre.

La vostra tendenza ad annaffiare determina la miscela di terreno migliore per le piante di ciclamino. Se tendete a innaffiare troppo, considerate di usare un terriccio per violette africane. Se tendi ad annaffiare troppo, considera la possibilità di mescolare il terriccio normale con muschio di torba o vermiculite.

Inizia a riempire il vaso per circa metà. Poi, rimuovi attentamente il tubolare dalla sua vecchia casa. Aggiungi la pianta nel nuovo vaso alla stessa profondità che aveva nel vecchio. Queste piante non amano essere sepolte in profondità. Preferiscono invece che la parte superiore del loro tubo si trovi in cima al terreno o poco sopra.

Stagione di fioritura e dormienza

Le piante di ciclamino generalmente fioriscono tra dicembre e aprile, quando le altre piante sono dormienti. Questo li rende una grande scelta per molte case durante le vacanze.

Poco dopo la fioritura della pianta, noterai che i fiori cadono seguiti dalle foglie. La vostra pianta non è malata. Al contrario, sta entrando in dormienza. Alla fine, la pianta morirà fino ad avere solo le radici. Puoi aiutare il processo rimuovendo le foglie e i fiori morti.

Una volta che tutte le foglie sono sparite, metti il vaso in uno spazio fresco e buio per due o tre mesi. Poi, dai alla pianta un buon ammollo. Lascia che la pianta dreni completamente. Non annaffiatela di nuovo finché non la vedete crescere. Poi, torna alla tua normale routine di irrigazione e concimazione.

Propagazione

Se guardi sotto la tua pianta di ciclamino, vedrai dei piccoli baccelli. Questi baccelli contengono i semi. Aspetta che i baccelli si asciughino naturalmente rilasciando i semi. Poi, immergi i semi per 24 ore in acqua. Rimuovi i semi dall’acqua e piantali in una miscela di terriccio. Pianta i semi ad almeno due pollici di profondità e annaffia. Anche se può sembrare che non stia succedendo nulla, la tua nuova pianta di ciclamino sta crescendo il tubo di cui ha bisogno prima di sfondare il terreno.

Suggerimenti su come far fiorire

La chiave per mantenere la tua pianta di ciclamino in fiore più a lungo è quella di tagliare gli steli dove il fiore è già sbocciato. A volte, vedrete dei baccelli sugli steli che state tagliando. Anche questi baccelli dovrebbero essere rimossi perché non sono i baccelli che volete propagare la vostra pianta. Inoltre, rimuovi tutte le foglie morte dalla pianta, e il tuo ciclamino continuerà a fiorire per molto tempo.

Elenco di problemi comuni e soluzioni

Ricorda che è normale che questa pianta diventi dormiente ogni fine primavera, quindi non preoccuparti. Queste piante sono sane, ma ci sono problemi che possono affliggerle occasionalmente, tra cui:

  • Marciume molle batterico e Fusarium wilt – Purtroppo, questa malattia non può essere curata, ma ci sono due chiavi importanti per prevenirla in primo luogo. Usare sempre terra pulita per piantare o rinvasare queste piante. Sterilizza sempre i tuoi vasi se li riutilizzi.
  • Peronospora della botrite – Il primo segno che la vostra pianta ha questo problema è che le foglie sembrano bagnate. Poi, vedrete delle macchie abbronzate sulle foglie. Questa malattia è contagiosa, quindi isolate la pianta. Inoltre, mettete un ventilatore che soffia sulla pianta in modo che riceva molta aria.
  • Macchia fogliare – Se le foglie della tua pianta hanno delle macchie che non sono abbronzate, guarda se hanno un punto nero al centro. Se è così, si tratta di marciume fogliare. La pianta dovrebbe essere isolata per evitare la diffusione della malattia. Innaffia dal basso per evitare questo problema.

Sono velenose per gli animali domestici?

Sì, le piante di ciclamino sono velenose per i cani e molti altri animali se ingerite.

Menu