Consigli e guide

Consigli per coltivare il fieno greco

Il fieno greco è una pianta unica che ha un bel po’ di scopi. Viene usato come medicina e per aumentare la vostra esperienza culinaria. È una pianta semplice da coltivare, e crescerà solo fino a circa sei pollici di altezza quando sarà completamente matura.

Cura del fieno greco

Questa pianta non è difficile da curare, ma dato che non è una pianta comune che si vede nella maggior parte dei giardini, ecco alcuni consigli di coltivazione che potete seguire.

Zone di crescita – Questa è una pianta che può crescere in tutte le zone del paese durante l’estate.

Requisiti del suolo – Anche se questa è una pianta che non è particolare circa il tipo di terreno in cui cresce, preferisce crescere in un terreno che è leggermente alcalino. Ciò significa che i livelli di pH del terreno devono essere compresi tra 6,5 e 8.

Requisiti di luce – Questa è una pianta che crescerà meglio in condizioni di pieno sole, ma andrà bene anche con qualche ombra pomeridiana. In generale, il fieno greco dovrebbe ricevere almeno quattro o cinque ore di luce solare al giorno. Se vivete in un clima più freddo, potrebbe essere meglio dare alla pianta più sole in modo che possa continuare a crescere. Oltre alla luce che la pianta riceve, avrà bisogno di crescere in una certa temperatura; infatti, questa è una pianta che preferisce che l’aria intorno a lei sia di circa 50-90 gradi Fahrenheit, che è ideale per la maggior parte delle zone di crescita in cui prospera.

Esigenze idriche – Questa è una pianta che richiederà di annaffiare abbastanza spesso, soprattutto se cresce in una zona dove riceve molto sole. Si vuole mantenere il terreno umido per la pianta di fare bene, ma l’eccesso di acqua dovrebbe essere evitato perché questo può ostacolare la crescita della pianta e anche causare a morire.

Requisiti di alimentazione – Questa è una pianta che può crescere senza l’uso di fertilizzanti. Quando i semi vengono piantati, è possibile aggiungere un po’ di fertilizzante al terreno in modo che aiuti la pianta a iniziare la sua crescita. Per una crescita più robusta, il fieno greco dovrebbe ricevere un fertilizzante liquido che sia ben bilanciato nei nutrienti.

Raccolta del fieno greco

Poiché si tratta di una pianta commestibile che potete coltivare nel vostro giardino, dovrete sapere quando sarà il momento migliore per raccoglierla. In generale, quando le condizioni di crescita sono favorevoli, la prima volta che vorrete raccogliere la pianta sarà entro i primi 20-30 giorni. Per farlo, dovrete tagliare le foglie del fieno greco e mangiarlo fresco o essiccarlo per usarlo come erba. Non fate nulla con i rametti perché le foglie ricresceranno sulla pianta in circa 15 giorni. Potrete raccogliere le foglie circa quattro o cinque volte durante la stagione di crescita. Quando le foglie smetteranno di crescere, il che sarà un periodo di circa due o quattro mesi, potrete raccogliere anche i semi da usare.

Usi del fieno greco

Questa è una pianta che può essere usata per molte cose. I semi della pianta sono una spezia che può essere usata per condire il cibo, e le foglie possono essere usate essiccate come un’erba o come una verdura a foglia verde. È un verde leggermente amaro, ma ci vuole abbastanza bene, specialmente se vi piace il gusto amaro della senape. I semi si trovano spesso nelle insalate, e la pianta è vista più comunemente nel cibo indiano, persiano ed etiope.

Coltivare il fieno greco in contenitore

Poiché questa è una pianta che tende a crescere nei climi più caldi, potreste volerla coltivare in casa in modo da avere accesso alle foglie per un periodo più lungo. Per fare questo, la pianta dovrà crescere in un contenitore. I contenitori più piccoli sono i migliori perché la pianta ha un sistema di radici poco profondo, ma dovrete anche assicurarvi che cresca in un contenitore ben drenante. I semi devono essere sparsi nel contenitore con circa un centimetro tra uno e l’altro.

Parassiti e malattie

Quando si tratta di parassiti e malattie che possono colpire questa pianta, non ce ne sono molti di cui ci si debba preoccupare, ma ci sono alcuni problemi che vorrete considerare nel caso in cui accadano alla vostra pianta. Alcuni dei parassiti e delle malattie che vorrete cercare sono:

Afidi – Questo è un insetto molto piccolo che può essere trovato tipicamente sugli steli e sulle foglie della pianta. Sono di colore marrone o giallo, e quando mangiano il fogliame, la pianta non è in grado di crescere come dovrebbe, il che arresta la crescita della pianta. In generale, il primo segno che gli afidi sono un problema è che la pianta ha una sostanza appiccicosa su di essa, che, se non trattata, può uccidere la pianta.

Menu